Mattia De Sciglio (getty images)
Mattia De Sciglio (getty images)

I maggiori pericoli nel derby arriveranno dalle fasce; secondo la Gazzetta dello Sport saranno le corsie esterne a decidere la stracittadina tra Inter e Milan di domenica prossima, quando il clan di Roberto Mancini affronterà quello dell’amico Sinisa Mihajlovic in uno dei primi crocevia fondamentali della stagione. Un match che potrebbe risolversi con episodi o giocate individuali, come dimostrano i precedenti.

 

La forza rinnovata dell’Inter sta proprio sulle ali, dall’ultimo arrivato Ivan Perisic a Rodrigo Palacio, dalla duttilità offensiva di Stevan Jovetic a quella di Adem Ljajic da poco sbarcato a San Siro, tutti attaccanti abili a partire larghi e convergere, mettendo in seria difficoltà i terzini avversari. E dunque per Ignazio Abate e Mattia De Sciglio sarà una prova del nove assoluta, un test probante e complicato che dovranno affrontare col massimo impegno.

 

I due calciatori sentono molto la sfida, essendo cresciuti entrambi nel settore giovanile milanista; umore divergente tra un Abate che deve ancora ritrovare ritmo e solidità, visti anche i rimproveri indiretti di Mihajlovic dopo la deludente prestazione a Mantova, ed un De Sciglio che invece sta imponendosi con equilibrio e fatica, riconquistando anche uno spazio in Nazionale. Il Milan si affida a questi due suoi figliocci prediletti per arginare la pericolosità interista ed organizzare la propria rivalsa.

 

Redazione MilanLive.it