Adil Rami e Luis Suarez (Getty Images)
Adil Rami e Luis Suarez (Getty Images)

Arrivato nel gennaio del 2014 in prestito dal Valencia, Adil Rami ci ha messo poco a conquistare il cuore dei tifosi del Milan. In una stagione disgraziata furono lui e Adel Taarabt, entrambi arrivati nel mercato invernale, a mettere maggiore impegno in campo. Il difensore francese venne quindi riscattato, ma l’anno scorso non è riuscito a confermarsi su buoni livelli. In una lunga intervista concessa al quotidiano sportivo AS l’ex rossonero ha raccontato della trattativa che lo ha portato a giocare  con il Siviglia e il motivo che lo ha portato a lasciare l’Italia: “All’inizio pensavo di restare a Milano, volevo riscattarmi lì. Poi, però, mi ha chiamato mister Unai Emery e tutto è cambiato. Lui è un grande allenatore e il Siviglia è un club rispettato in tutta Europa. A quel punto mi sono convinto. Qui si gioca il calcio migliore del mondo, non è come in Italia”.

 

Redazione MilanLive.it