Silvio Berlusconi e Mister Bee Taechaubol (foto dal web)
Silvio Berlusconi e Mister Bee Taechaubol (foto dal web)

Clamorosa rivelazione che potrebbe stravolgere settimane e mesi di voci, rumors e presunti accordi. Carlo Festa, editorialista e blogger de Il Sole 24 Ore, avrebbe lanciato una sorta di allarme riguardo al buon esito della trattativa tra Silvio Berlusconi ed il broker Bee Taechaubol, l’uomo che guiderebbe la cordata asiatica pronta ad acquisire il 48% delle quote del Milan dalla controllante Fininvest.

 

Un affare che sembrerebbe in dirittura d’arrivo, vista la scadenza del 30 settembre come termine ultimo per il tanto atteso closing, ma secondo Festa sarebbero spuntati indizi preoccupanti in tal merito. Innanzitutto il viaggio di Mr. Bee direzione Italia del prossimo fine settimana non riguarderà affatto l’affare Milan, visto che il thailandese si dirigerà a Firenze per un evento mondano, mentre Berlusconi sarà in Russia dall’amico Vladimir Putin. I due potrebbero incontrarsi lunedì in giornata, ma nella stessa sera è previsto il ritorno a Bangkok del broker.

 

Inoltre, notizia che fa scalpore, pare che Bee non abbia ancora trovato i finanziamenti adeguati per concludere l’affare. Molti sondaggi andati a vuoto, buchi nell’acqua a ripetizione per l’uomo d’affari asiatico, che rischia di presentarsi senza alcun commitment al proprio fianco. Tra questi anche la banca cinese CITIC Bank, considerata da mesi come advisor e partner nell’affare Milan, ma al momento risulta che non abbia deliberato finanziamenti a favore della cordata di Bee. Trattativa dunque ferma ed a rischio bocciatura; servirà un colpo di coda clamoroso per chiudere entro le scadenze.

 

Redazione MilanLive.it