Cesare Prandelli
Cesare Prandelli (Getty Images)

Fermo dopo l’avventura non positiva con il Galatasaray, Cesare Prandelli, ex allenatore della nazionale italiana, è stato intervistato da Tuttosport ed ha parlato anche del momento del Milan, che in estate è stato stravolto dopo due stagioni più che deludenti: “Sinisa Mihajlovic deve ancora dare un’impronta caratteriale alla sua squadra. Lui, come tutti gli allenatori, ha bisogno di tempo. La squadra però deve iniziare a capirlo in fretta: anche perché, come diceva Carlo Mazzone, fa prima una squadra a conoscere il proprio allenatore che il contrario. E le difficoltà di Mihajlovic sono quelle di un allenatore che deve dare un’impronta tattica e carattere ad un organico molto rinnovato”.

 

Un pensiero va a Riccardo Montolivo, che lui ha avuto sia alla Fiorentina che in nazionale e che ora sembra essere ai margini del progetto: “Lui è uno dei centrocampisti più forti in Italia perché sa giocare in tutti i ruoli. Montolivo, inoltre, possiede personalità, grande intelligenza e altruismo. E il fatto che lui stesso, senza far polemica, abbia detto di voler dimostrare al suo allenatore che sta sbagliando nelle scelte lavorando ancora di più in campo è un esempio di che persona sia. Tutti gli allenatori vorrebbero leggere dichiarazioni di questo tipo: Riccardo è una garanzia sotto tutti i punti di vista“.

 

Redazione MilanLive.it