Hachim Mastour (Getty Images)
Hachim Mastour (Getty Images)

Roberto Samaden, che da anni è il direttore del settore giovanile dell’Inter, è stato ospite a Gazza Offside su Gazzetta TV e, fra le altre cose, ha anche detto la sua sulla cessione del giovane e talentuoso Hachim Mastour che ha lasciato il Milan per trasferirsi al Malaga anche se è ancora in attesa che la Fifa dichiari regolare il trasferimento e conceda il trasnfer: “L’operazione – ha spiegato Samaden – ha senso perché il Milan non poteva puntare su un giocatore che ha giocato negli ultimi tre anni solo 15-20 partite a livello giovanile. E’ davvero troppo poco. Magari in un futuro, grazie alla clausola di re-compra inserita nel contratto, la società rossonera potrà andare a riprenderlo nel caso in cui dovesse esplodere, però in questo preciso momento era giusto affidarsi a due giocatori esperti come il colombiano Carlos Bacca e il brasiliano Luiz Adriano per rilanciarsi. Per il ragazzo ci sarà l’opportunità di crescere in un ambiente diverso, seguendo un percorso differente da quello italiano. Inter e Milan non posso aspettare oltremodo”.

 

Il Milan lo ha venduto ma non si è separato del tutto dal giocatore che, se dovesse far bene, potrebbe tornare.

 

Redazione MilanLive.it