Mr. Bee-Milan: 4 ipotesi finanziarie sul versamento dei 480 milioni

Bee Taechaubol (foto sportmediaset.it)
Bee Taechaubol (foto sportmediaset.it)

Il 30 settembre 2015 dovrebbe essere la data decisiva per il passaggio del 48% delle quote azionarie del Milan da Fininvest al consorzio di investitori guidato dall’ormai famoso Bee Taechaubol. Un’operazione complessiva da circa 480 milioni di euro che avrà dei riscontri positivi per il club sia in termini di investimenti sul calciomercato che a livello di espansione del brand in Asia. Il progetto di commercializzazione del marchio rossonero presentato da Mr. Bee a Silvio Berlusconi è stato molto convincente e ci si attende di ottenere grandi ricavi in futuro.

 

Il giornalista Carlo Festa, firma de Il Sole 24 Ore, nel suo blog Insider ha voluto rispondere a coloro i quali si chiedono come potrebbe avvenire, dal punto di vista tecnico-finanziario, l’operazione da ben 480 milioni che dovrebbe cambiare il futuro del club di via Aldo Rossi. Quattro sono le ipotesi formulate:

1) Bee compra il 48 per cento da Fininvest per 480 milioni e Fininvest si tiene i soldi e da’ un mega dividendo alla famiglia Berlusconi. In questo caso al Milan non arriva nulla.
2) Bee compra il 48 per cento e Fininvest concede un prestito infruttifero al Milan che verrà rimborsato con l’ipotetica Ipo.
3) Bee utilizza i 480 milioni per comprare una parte di azioni da Fininvest e l’altra parte per un aumento di capitale sul Milan per diluire Fininvest.
4) Bee inietta tutti i 480 milioni in aumento di capitale sul Milan.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan)