Bonaventura il trasformista: contro il Genoa si prende la trequarti

L'esultanza di Giacomo Bonaventura (Getty Images)
L’esultanza di Giacomo Bonaventura (Getty Images)

La fortuna di Sinisa Mihajlovic in questo momento non porta tanto le fattezze di Mario Balotelli o il senso del gol di Carlos Bacca; bensì riguarda la duttilità pazzesca che Giacomo Bonaventura sta apportando al Milan, in realtà dal primo giorno in cui ha fatto parte della rosa rossonera. L’ex stella dell’Atalanta è un fenomeno nell’applicazione e nella comprensione di più ruoli contemporaneamente, visto che è stato utilizzato ovunque.

 

Per Filippo Inzaghi, come ricorda anche il Corriere dello Sport, era più un’ala d’attacco abile a partire da sinistra, per poi spesso passare a fare la mezza punta o il mediano centrale. Con Sinisa Mihajlovic è arretrato per giocare come mezzala, posizione di campo nella quale si gode di meno libertà ma che Bonaventura ha trasformato in ruolo ideale per inserirsi ed esprimersi al meglio. Basti vedere la rete segnata all’Udinese, con un taglio senza palla in verticale dalla sua posizione di origine.

 

Oggi a Genova sarà invece trequartista, con Mihajlovic che lo ha già catechizzato come calciatore idoneo anche per giocare tra le linee. In effetti i numeri di questo inizio di stagione di Jack sembrano portarlo proprio al ruolo di numero 10: due reti segnate e ben tre assist vincenti, come un vero rifinitore. E chissà che con Bonaventura dietro alle punte non si riesca a trovare la decisiva quadratura del cerchio.

 

Redazione MilanLive.it