Balotelli, due sedute al giorno per tornare al top. Ma a Torino resterà a guardare

Mario Balotelli (getty images)
Mario Balotelli (getty images)

Sessioni di lavoro a Milanello raddoppiate, tra fisioterapia e palestra, un lavoro personalizzato che servirà a farlo tornare al top nel più breve tempo possibile. Mario Balotelli si è messo sotto con le sedute individuali per allontanare lo spettro della pubalgia e tornare in campo, continuando a stupire dopo le ottime prestazioni fornite ad inizio stagione. Ma l’impressione è che al Milan nessuno voglia rischiare.

 

L’infortunio all’inguine è materia ancora delicatissima, tanto da bloccare il coriaceo Mario per la sfida contro il Napoli e per un’eventuale chiamata in Nazionale alla quale avrebbe dovuto dire malinconicamente di no. Secondo Tuttosport il lavoro per recuperare tono muscolare e condizione atletica ideale sta funzionando, visto anche l’evidente forza di volontà che Balo sta dimostrando, ma contro il Torino sabato prossimo dovrebbe restare ancora fuori a guardare.

 

Sinisa Mihajlovic non lo lancerà prima dell’ok dei medici, visto che può comunque contare sul tandem Bacca-Luiz Adriano in attacco oltre ad uno scalpitante Alessio Cerci nella sfida da ex di turno. Tanta prudenza dunque nel cammino di Balotelli, che potrebbe tornare a rivedere il campo magari contro il Sassuolo, nel match della nona giornata di campionato.

 

Redazione MilanLive.it