Milan-Atalanta, Cigarini: “Il risultato ci va stretto, Berlusconi si è complimentato”

Luca Cigarini Keisuke Honda
Luca Cigarini e Keisuke Honda (Getty Images)

Risultato deludente e prestazione inguardabile: il Milan fallisce un’occasione d’oro e in casa, contro l’Atalanta, non va oltre lo 0-0. Per fortuna. Sì, perché gli orobici avrebbero meritato di più, molto di più per quanto visto in campo. E lo confermano le parole di Silvio Berlusconi e quelle di Sinisa Mihajlovic nella consueta intervista del dopo gara. Ma che siano due punti persi o un punto guadagnato poco importa: quello che deve far preoccupare tifosi e allenatore è la performance generale della squadra, che si è resa pericolosa in pochissime occasioni e non è mai riuscita ad imbastire un’azione concreta e corale. Atalanta padrona del gioco per buona parte di gara, fermata solo dalle parate di Gianluigi Donnarumma.

 

Autore di un’ottima partita è stato anche Luca Cigarini. Uomo di qualità ed esperienza, il centrocampista dei bergamaschi ha parlato così ai microfoni di Premium Sport: Non ho intenzione di dare un voto all’arbitro, ma ci sono parecchi dubbi: per me c’era il rigore su Alejandro Gomez, ma l’arbitro è umano e può sbagliare. Ricevere i complimenti da un uomo come Berlusconi fa sempre tanto piacere. Abbiamo fatto un’ottima partita partita, peccato però per il risultato che ci va un po’ stretto. Vogliamo essere tutti protagonisti e finora stiamo facendo benissimo”. 

 

Redazione MilanLive.it