Luiz Adriano (getty images)
Luiz Adriano (getty images)

Ore 17:45 – Il Milan sul suo sito web ufficiale ha pubblicato altre dichiarazioni di Luiz Adriano, il numero 9 rossonero autore di due reti in campionato finora: “Perché ho scelto di fare il calciatore? Ad un mio amico gli piaceva giocare a calcio, mi ha coinvolto e da quel momento non ho più smesso di calciare il pallone. Della finale del Mondiale per Club del 2006 con l’Internacional ricordo molte cose. Fu un momento speciale per me e per la mia carriera.”

 

Sul suo passato allo Shakhtar Donetsk: “L’esperienza in Ucraina é stata meravigliosa. Ho imparato molte cose in ogni momento che ho potuto vivere in questo Paese. Sono cresciuto come uomo ed ho capito che cosa volevo veramente dalla mia vita. Continuo a portare nel cuore l’Ucraina, lo Shakthar e tutti i miei ex compagni. Mircea Lucescu ha aiutato moltissimo il sottoscritto ed i miei compagni a crescere e grazie a lui ho appreso molto. L’Italia é una sfida nuova per me. In questa decisione mi ha consigliato molto mister Lucescu. Mi ha parlato di un bel campionato, molto competitivo. Per questo sono venuto qui. Al Milan mi trovo molto bene. Tutti mi hanno accolto con molto affetto: la Società, i compagni di squadra, i tifosi, tutti mi fanno sentire grande affetto nei miei confronti e per questo li ringrazio. Parlo spesso con Poli, con Bacca o con Rodrigo Ely. La verità é che tutti i giocatori mi hanno accolto in maniera incredibilmente positiva: loro mi vogliono bene ed io gliene voglio a loro. Il mio rapporto con mister Mihajlovic é dei migliori. É un grandissimo allenatore, che ci segue sempre dentro al campo, così come fuori dal campo. Parla molto con noi e credo sia la migliore persona possibile con il quale lavorare in questo momento”.

 

E ha svelato anche qualche particolare della sua vita privata:Luiz Adriano fuori dal campo é identico di quello che gioca. Mi piace trascorrere il mio tempo libero con la famiglia. Vado a fare la spesa, faccio shopping con mia moglie, vado a prendere i miei figli a scuola, faccio le cose di una persona normale. Al 99% é stata mia moglie ad insistere per venire qui in Italia. Mi diceva che chi gioca in Serie A vuole dire che é un giocatore di talento e ringrazio che abbia insistito per convincermi in questa decisione. La musica mi piace, l’ascolto in ogni momento. Mi piacciono vari generi come l’Hip Hop ad esempio. Anche con i miei figli ascoltiamo spesso di tutto e anche quando viaggio la musica é una compagnia indispensabile. Un attore che potrebbe interpretarmi in un film? Will Smith. Il mio piatto preferito é riso con fagioli, carne e uova all’occhio di bue“.

 

Ore 13. 30 – Luiz Adriano dal centro sportivo di Milanello è intervenuto ai microfoni di Milan Channel e ha parlato della super-sfida prevista per la ripresa del campionato contro la Juventus a Torino il 21 novembre: “Ho giocato due volte contro la Juve, hanno una difesa molto forte con tre centrali forti, troveremo delle difficoltà contro di loro perché sono tre centrali eccellenti. Dovremo lavorare al massimo per conquistare la vittoria. Contro la Juve, come nel derby sono gare paragonabili ad una finale. Sono le gare più importanti del campionato. Vedremo due formazioni all’attacco che se la giocheranno a viso aperto. Chi riuscirà ad andare in vantaggio ha l’opportunità di gestire e vincere la partita“.

 

L’attaccante brasiliano successivamente ha commentato la concorrenza nel reparto offensivo rossonero: “Mister Mihajlovic ha tanti lì davanti come Niang, Balotelli e Bacca, ma al di là di chi gioca è importanti fare grandi partite e come ho già detto non ci sono titolari ma tutti sono qui per lo stesso obiettivo“.

 

Fonte: acmilan.com