Antonio Conte (getty images)
Antonio Conte (getty images)

Panchine traballanti e allenatori alla loro ultima stagione nelle attuali panchine. Quello del mercato degli allenatori è sempre un tema di grande interesse nel mondo del calcio, soprattutto quando si tratta di personalità capaci di far fare il salto di qualità alle proprie squadre. In particolare per quanto riguarda Antonio Conte, il suo futuro sulla panchina dell’Italia appare già segnato. Molti media italiani hanno sempre accentuato in maniera quasi esasperata e spesso esagerata, la poca contentezza di Conte nel ruolo di commissario tecnico della nazionale. I suoi metodi di allenamento sono stati considerati poco adatti alla nazionale, così come le sue capacità di ‘fare gruppo’ e proteggere i propri calciatori. Più volte, ed è giusto ricordarlo, Conte ha provato a convincere la federazione ad aumentare le pause per la nazionale, ma senza risultati.

 

Intanto l’Italia di Conte, nonostante parecchie critiche, è riuscita ad ottenere il pass per Euro 2016. Qualificazione ottenuta in un girone molto combattuto fino alle ultime giornate. Una volta finiti gli Europei però, il c.t. azzurro potrebbe anche lasciare il proprio incarico. Più volte il presidente della FIGC Carlo Tavecchio ha provato a convincere il tecnico a rinnovare il proprio contratto in scadenza nel luglio 2016.

A proposito del futuro di Conte, il giornalista di SportMediaset Niccolò Ceccarini, intervistato da Tmw.com ha spiegato: “Conte lascerà dopo l’Europeo. Il Milan, così come la Roma, ci pensano. L’ipotesi più clamorosa però è il suo ritorno alla Juventus”.

 

Giacomo Giuffrida Redazione MilanLive.it