Gianmario Comi
Gianmario Comi (foto dal web)

Non è un momento esaltante per Gianmario Comi. Attaccante classe 1992, è arrivato nelle giovanili del Milan nel 2011 in comproprietà dal Torino in cambio della metà di Simone Verdi. I rossoneri, poi, lo hanno sempre girato in prestito e le varie esperienze sono state tutt’altro che incoraggianti. L’estate scorsa è passato al Livorno con la formula del prestito con diritto di riscatto e con un controriscatto in favore della società di via Aldo Rossi. Questa nuova esperienza è iniziata con grande entusiasmo, ma poi non ha trovato lo spazio che si aspettava: tre presenze da titolare, otto complessive e un gol. Diverse le cause: il dualismo con l’esperto Daniele Vantaggiato e un rapporto burrascoso con il tecnico Christian Panucci.

 

Secondo quanto riporta Calciomercato.com, è sempre più probabile l’addio di Comi al Livorno già a gennaio. Il Milan vuole trovargli una nuova sistemazione in Serie B per cercare di valorizzarlo al meglio: le squadre interessate nel campionato cadetto non mancano e si attendono sviluppi. L’attaccante ha un contratto in scadenza nel 2017 con i rossoneri.

 

In casa Livorno, però, le cose potrebbero cambiare. Anzi, sono già cambiate: Panucci, infatti, è stato esonerato dall’incarico a causa dei risultati poco convincenti. Al suo posto è arrivato l’esperto Bortolo Mutti: è ancora presto per fare il punto della situazione, ma è possibile che Comi sia al centro del suo progetto tecnico: e allora sì che il futuro del giovane attaccante potrebbe essere ancora in maglia amaranto.

 

Redazione MilanLive.it