manuel locatelli
Manuel Locatelli (gazzetta.it)

Un motivo per guardare il Trofeo San Nicola, triangolare di ieri tra Milan, Inter e Bari imbottite di riserve e seconde linee, era quello di visionare quei talenti che la squadra rossonera ha messo in mostra inserendoli in prima squadra e dandogli la possibilità di debuttare al fianco dei colleghi più esperti. Sinisa Mihajlovic ha dato l’opportunità a ben dieci ragazzi del settore giovanile di Milanello di giocare nelle due amichevoli di ieri sera.

 

Tra questi però hanno sorpreso e meravigliato tutti due in particolare: Gian Filippo Felicioli e Manuel Locatelli, entrambi talenti della squadra Primavera di Cristian Brocchi, tra i più positivi nelle mini-sfide del San Nicola. Felicioli, classe 1997, si era già messo in mostra lo scorso aprile durante l’amichevole contro la Reggiana, schierato da terzino sinistro. Il ragazzo di San Severino Marche in realtà nasce come esterno di centrocampo, abile a giocare sia a destra che nella corsia mancina, ma ha mostrato ottime qualità anche da difensore. Ieri progressioni ed inserimenti molto promettenti nella prima partita contro il Bari.

 

Di Locatelli abbiamo già parlato recentemente, regista classe 1998 nativo di Lecco che il Milan ha strappato all’Atalanta e alla concorrenza dell’Inter. Titolarissimo ieri come vice-Montolivo in entrambi i match del triangolare, ha mostrato qualità, maturità e senso tattico, tutto ciò che serve ad un centrocampista centrale. Silvio Berlusconi lo ha elogiato in passato, parlandone come di un predestinato. Ieri sono arrivati i complimenti di Sinisa Mihajlovic che lo ha citato come migliore tra i giovani milanisti visti ieri al San Nicola. Felicioli e Locatelli vedono le stelle e la chance di percorrere la stessa strada di Gigi Donnarumma, trovandosi in prima squadra magari già prima della fine della stagione.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it