Suso José Mauri
Suso e José Mauri

CALCIOMERCATO MILAN – A gennaio nella squadra rossonera dovrebbe esserci qualche cambiamento dovuto a qualche cessione e probabilmente a qualche acquisto. Tra coloro che dovrebbero salutare Milanello ci sono i giovani José Mauri e Suso, entrambi poco considerati da Sinisa Mihajlovic in questa prima parte di stagione e bisognosi di giocare per crescere e maturare l’esperienza necessaria per poter magari tornare a indossare la maglia del Milan in futuro. Se non vengono messi alla prova, sarà difficile per loro poter dimostrare quanto valgono. Delle qualità ce le hanno, ma bisogna capire i margini di miglioramento che possiedono e fin dove potranno arrivare.

Calciomercato Milan, un arrivederci per Mauri e Suso

La Gazzetta dello Sport oggi ha parlato dei talenti presenti attualmente nell’organico rossonero evidenziando proprio che per Mauri e Suso non c’è stato spazio e che a gennaio è assolutamente consigliabile un trasferimento in prestito. I due ragazzi non dovrebbero affatto faticare nel trovare una squadra disposti ad accoglierli. Ambedue hanno buon mercato, sia in Italia che all’estero.

Per Mauri è ipotizzabile una permanenza in Serie A, anche se il suo agente di recente ha dichiarato che l’opzione del prestito non è molto gradita e che piuttosto sarebbe preferibile la cessione a titolo definitivo. Difficile che il Milan valuti di sbarazzarsi definitivamente dell’ex Parma, sui cui punta molto per il futuro anche se a oggi non lo si è visto. Tra le società che potrebbero farsi avanti ci sono Atalanta, Bologna, Carpi, Chievo Verona, Empoli, Hellas Verona e Frosinone; tutte in lotta per la salvezza e che potrebbero rappresentare una vetrina importante per il centrocampista italo-argentino classe 1996.

Suso è arrivato a gennaio 2014 da Liverpool e né con Filippo Inzaghi e né con Mihajlovic è riuscito a guadagnarsi considerazione. Per lui è più possibile il ritorno nella Liga e difatti aveva espresso tale preferenza tempo addietro, quando rifiutò anche di passare al Genoa. Lo spagnolo preferisce tornare in patria per rilanciarsi. Si ipotizza il prestito, ma non va esclusa la cessione definitiva se arrivasse una buona offerta o se fosse il giocatore stesso a chiederla.

Redazione MilanLive.it