mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (foto acmilan.com)

Sinisa Mihajlovic ha sostenuto la classica conferenza stampa il giorno prima della sfida di Coppa Italia tra Milan e Crotone. Queste le sue prime dichiarazioni: “La Coppa Italia è uno degli obiettivi di quest’anno. Cercheremo di portarlo a casa, sappiamo che non sarà facile né domani e neppure se riusciremo ad andare avanti“.

L’allenatore rossonero sa che giocare contro una formazione di Serie B può comportare un calo della concentrazione, ma non vuole assolutamente che ciò accada: “In queste partite bisogna lavorare sugli stimoli. Dipende dall’intelligenza dei giocatori capire l’importanza della partita. Il Crotone è un’ ottima squadra. Non dobbiamo prenderli sottogamba, per questo dovrò essere bravo io e bravi i giocatori a capirlo”.

Per quanto riguarda le scelte di formazione Mihajlovic si è così espresso: “Sarà sicuramente una formazione competitiva, vedremo come stanno quelli che hanno giocato 2 giorni fa“.

In generale sulla sua squadra il serbo ha successivamente fatto le seguenti considerazioni: “Abbiamo l’obbligo di andare più avanti possibile. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, se giochiamo come sappiamo ce la possiamo giocare con tutti. Dobbiamo trovare continuità nei risultati, e da dopo la partita con il Napoli ci siamo riusciti“.

Il mister poi prosegue il suo intervento con le seguenti dichiarazioni: “Io vorrei vincere la Coppa Italia e arrivare in Champions, non posso scegliere o uno o l’altro. Tutti dobbiamo fare bene il nostro lavoro, ognuno di miei giocatori vuole giocare bene, è importante non sbagliare l’atteggiamento perché questo dipende solo da noi. Questo lo riconoscono anche i tifosi“.

Arrivano elogi per M’Baye Niang, che contro la Sampdoria è stato indiscusso protagonista della vittoria per 4-1 del Milan: “Lui può ricoprire tutti i ruoli in attacco, da esterno, da prima o da seconda punta. Da esterno si deve sacrificare di più ma lo può fare. Bisogna vedere chi abbiamo a disposizione ma Niang dà garanzie in tutti i ruolo dell’attacco.

Mihajlovic ha poi parlato dell’attacco facendo un annuncio importante: “Tra un paio di settimane tornerà Balotelli. Luiz adriano ha fatto bene, abbiamo diversi buoni giocatori in attacco tutti devono sentirsi titolari ma possono anche andare in panchina”.

Non manca infine un accenno al presidente Silvio Berlusconi: “Ho sentito ieri il Presidente e ci ha fatto i complimenti. Noi sentiamo la vicinanza del Presidente anche se non è fisicamente vicino a noi. Mi dispiaceva per i ragazzi perchè ci tenevano a far bene davanti al Presidente ma avranno altre occasioni. Il Presidente è il Milan e nessuno ama questi colori più di lui. Col Presidente ci confrontiamo parlando di calcio, a volte la pensiamo allo stesso modo altre volte no. Il Presidente capisce quelle che sono le mie responsabilità“.

Fonte: acmilan.com