irrati cerci
Massimiliano Irrati e Alessio Cerci(Getty Images)

Disastrosa la direzione di Massimiliano Irrati, l’arbitro del match di ieri tra Carpi e Milan posticipo della 15.a giornata di Serie A. L’arbitro di Firenze ha azzeccato poco e nulla nelle sue valutazioni, rendendo ancor più caotica e spinosa una gara già di per se’ non proprio ideale per gli amanti dell’estetica del calcio. Manca un rigore clamoroso per parte, come riporta nella sintesi della moviola il Corriere dello Sport.

Nel primo tempo il Carpi reclama un penalty piuttosto netto: Kevin Lasagna scavalca Gigi Donnarumma, il quale lo atterra intervenendo in leggero ritardo. Era calcio di rigore ed espulsione del giovane portiere rossonero, ma Irrati ha lasciato correre scatenando le ire di Castori e della panchina.

Nella ripresa errore ugualmente grave nell’area dei padroni di casa: Luiz Adriano è placcato da Lollo in maniera vistosa ma l’arbitro continua a lasciar proseguire. L’azione continua e il numero 9 brasiliano subisce anche una spintarella, meno evidente, da Simone Romagnoli. Niente da fare, Irrati con i rigori ha evidentemente un serio problema.

 

Redazione MilanLive.it