Cristian Brocchi
Cristian Brocchi (foto acmilan.com)

Intervistato dai microfoni di Sky Sport, Cristian Brocchi ha affrontato diverse tematiche: dall’incredibile crescita di Gianluigi Donnarumma ai recenti rumors di un suo possibile approdo sulla panchina della Lazio, passando per il momento attuale della squadra di Sinisa Mihajlovic. L’ allenatore della Primavera rossonera ha voluto sottolineare l’importanza di giocare per una società come il Milan, spiegando: “Giocare qui è come giocare per il Barcellona, un obiettivo da tenersi stretto per la carriera: la speranza è che Gigio possa difendere la porta del Milan per i prossimi 20 anni”. A chi gli domanda cosa manca a questo Milan per poter lottare con le squadre in testa al campionato risponde: “Difficile giudicare da fuori, penso sia normale però che quando si pensa ad un Milan vincente ora anche quando si fa qualcosa di buono non viene evidenziato come si dovrebbe. Il Milan deve tornare a competere ad alti livelli ed a giocare in Europa”.

Recentemente, complici gli ultimi risultati non certo esaltanti raccolti dai biancocelesti, Brocchi è stato accostato alla panchina della Lazio come possibile successore di Stefano Pioli: “Essere avvicinato a squadre importanti dopo un percorso come il mio è gratificante, ma sto portando a termine un lavoro importante qui al Milan e sinceramente non ho parlato e non ne sto parlando con nessuno. Stimo Pioli e tifo per lui così come per tutta la Lazio quando gioca; personalmente sono felice qui e voglio proseguire la mia avventura”.

A Milan Channel l’ex centrocampista rossonero analizza infine la situazione della primavera che attualmente allena: “Nell’ultima gara, come nelle partite perse, non abbiamo giocato un calcio di qualità, mostrando una mentalità non vincente. Sono curioso di vedere i ragazzi come affronteranno il derby perchè in allenamento si affrontano sempre al massimo mettendoci un agonismo incredibile che purtroppo non hanno finora messo in campionato”.

Un’ultima precisazione poi su un talento della sua squadra accostato ai “grandi” allenati da Mihajlovic, Manuel Locatelli: “Mi fa piacere parlare di Locatelli, un ragazzo che ha svoltato quest’anno e che fino a sei mesi fa era al livello di tanti altri con grandi qualità ai quali manca lo step che lui ha invece raggiunto. La speranza – prosegue Brocchi – è che in tanti possano svoltare come lui e raggiungere un posto in prima squadra: il mio obiettivo è quello di mettere tanti altri Calabria e Donnarumma a disposizione di Mihajlovic”.

 

Redazione MilanLive.it