Alessandro Costacurta
Alessandro Costacurta (©Getty Images)

Alla festa di Natale del Settore giovanile rossonero, tra i tanti ex Milan intervenuti (per leggere le dichiarazioni di Franco Baresi, clicca qui!), c’è stato anche Alessandro Costacurta. In rossonero per tutta la sua carriera da calciatore, eccetto una breve parentesi al Monza dal 1986 al 1987. Con la maglia del Milan ha vinto tutto ciò che si poteva vincere, formando assieme a Tassotti, Baresi e Maldini probabilmente il quartetto difensivo più forte della storia del calcio.

Di seguito ecco le parole, riportate da acmilan.com, dell’ex difensore milanista. Dichiarazioni piuttosto singolari quelle di Costacurta che ha voluto ricordare una delle finali perse dal Milan: “La partita più emozionante che ho giocato è stata la finale del Mondiale per club a Yokohama. Sbagliai il rigore nel finale. Giocai 120′ a 37 anni ed è stato molto stancante. Non toglietevi l’emozione di fare quei 50 metri per tirare il rigore. Poi fate meglio di me nel tiro. Avrei potuto dire le finali vinte, ma quella anche se non la ricordo con piacere è stata una emozione.

Poi ritorna a parlare del suo incubo peggiore quando giocava a calcio: “L’attaccante più forte che ho dovuto marcare è stato Ronaldo il brasiliano. L’unico giocatore che a tutti i difensori della mia generazione non ci faceva dormire la notte”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it