Luiz Adriano abbraccia Carlos Bacca (© getty images)
Luiz Adriano abbraccia Carlos Bacca (© getty images)

Doveva essere una delle coppie più esplosive del campionato, i giornali in estate avevano lanciato titoloni sulla loro possibile coesistenza. Già dalla tournée asiatica di luglio scorso Carlos Bacca e Luiz Adriano avevano cominciato a prendere confidenza come tandem, nonostante venissero entrambi da esperienze che li vedevano giostrare da prima e unica punta. Il Milan oggi contro l’Hellas Verona torna alle origini e spera che quella vecchia idea offensiva torni ad avere successo.

La Gazzetta dello Sport raccoglie alcuni dati sulle prove in tandem dei due sudamericani; solo 499 minuti giocati assieme in campionato, cinque gare su 15 in cui sono partiti titolari in coppia. Ma il bottino è misero perché contro Fiorentina, Empoli, Inter, Palermo e Napoli sono arrivati solo quattro centri complessivi ed in tre di queste sfide l’attacco del Milan è rimasto completamente a secco. Insomma una sintonia da trovare e da gestire, resa difficile dai cambi di modulo attuati da Sinisa Mihajlovic negli ultimi due mesi.

Oggi Bacca e Luiz dovranno dare qualcosa in più dal punto di vista della prestazione; il brasiliano sta bene, avendo segnato ultimamente anche in Coppa Italia, mentre Bacca vive un periodo di astinenza che va interrotto il prima possibile. Mihajlovic stesso ha suonato la carica: “Gli attaccanti dovranno essere più intraprendenti e decisivi, soprattutto Carlos. Stia sereno e metta più rabbia nelle cose che fa”. Contro l’Hellas l’ardua sentenza.

 

Redazione MilanLive.it