Diego Perotti
Diego Perotti (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Dopo il tentativo negli ultimi giorni della sessione estiva di mercato, il Milan potrebbe tornare alla carica per Diego Perotti del Genoa. L’argentino non sta attraversando un buon periodo, soprattutto a causa dei due cartellini rossi nelle ultime tre gare. Ma l’ex Siviglia è comunque un calciatore importante per Gian Piero Gasperini e a gennaio potrebbe andar via solo in caso di offerta irrinunciabile. Adriano Galliani, visti i buoni rapporti con Enrico Preziosi, in estate aveva provato ad imbastire una trattativa inserendo Suso nell’operazione. Alla fine non se ne fece nulla, ma ora la pista rossonera può riaprirsi.

Calciomercato Milan, le parole dell’agente di Perotti

L’agente di Perotti, Paolo Palermo, ha rilasciato una serie di dichiarazioni ai microfoni de IlSussidiario.net. Ecco le sue parole sulle voci in merito al possibile addio al Genoa dell’argentino: “Dipenderà da tanti fattori, di certo le squadre interessate dovranno fare spazio sugli esterni. Diego deve tanto al Genoa, è innamorato della piazza, ma è chiaro che sogna di vestire la maglia di una squadra che lotti per lo scudetto“.

Oltre al Milan, sul calciatore ci sarebbe anche la Roma, che avrebbe intenzione di cedere Juan Manuel Iturbe al Watford a gennaio. Palermo ha così commentato le indiscrezioni: “Non ci sono stati contatti, conosco Walter Sabatini che reputo uno dei migliori dirigenti italiani, ma non significa nulla“. Infine, l’agente di Perotti ha voluto precisare che non sono le voci di mercato la causa del suo nervosismo: “Assolutamente no, sono delle voci messe per destabilizzare il ragazzo. E ci tengo a precisare che lui non ha mai chiesto di essere ceduto“.

Insomma, Perotti potrebbe fare a caso del Milan, visto le sue enormi doti tecniche e la versatilità tattica: può fare tranquillamente l’esterno o anche il trequartista, ruolo che ha ricoperto negli anni in Argentina e al Siviglia. Ma la sua situazione non è chiara e Preziosi non ha alcuna intenzione di svenderlo.

 

Redazione MilanLive.it