cerci mihajlovic
Alessio Cerci e Sinisa Mihajlovic (© getty images)

Analisi piuttosto dura quella del quotidiano sportivo Tuttosport, che oggi apre la pagina dedicata al Milan parlandone come di una squadra sopravvalutata, tutt’altro che idonea per lottare in Champions League. Il clan di Sinisa Mihajlovic è costruito senza una vera ambizione, vista anche la classifica odierna che recita 25 punti e ben sette lunghezze di distanza dal terzo posto.

Secondo il giornale torinese, il Milan di oggi è privo di campioni, di giocatori di alto livello. Nessuno dell’undici titolare di Mihajlovic ad oggi sarebbe un inamovibile in qualsiasi squadra che è in lotta per lo scudetto o per un posto in Champions. Ci sono talenti emergenti in crescita, dal futuro magari assicurato, come Gianluigi Donnarumma e M’Baye Niang, calciatori di buon livello come Jack Bonaventura o Carlos Bacca, ma anche tante delusioni. Nessuno di loro sarebbe prezioso per Inter, Napoli o Juventus al momento.

Inoltre pesa da matti l’assenza di una bandiera vera e propria, soprattutto per la tradizione di calciatori milanesi e milanisti del passato. Oggi il capitano è Riccardo Montolivo, criticato dai tifosi e considerato senza personalità per guidare una squadra così prestigiosa. I vari ‘figli’ di Milanello non stanno impressionando, anzi, basti vedere le prestazioni in calo vertiginoso di Mattia De Sciglio, Ignazio Abate, Luca Antonelli e compagnia. Serve una scossa, servono calciatori di spessore per tornare ad ambire al top.

 

Redazione MilanLive.it