Bee Taechaubol
Bee Taechaubol (foto dal web)

Mr. Bee, dove sei? E’ l’interrogativo che si pongono da qualche settimana tutti i tifosi del Milan, esaltati dalle voci ormai di lunga data, che vedrebbero il broker thailandese e la propria cordata insediarsi come socio di minoranza a Milanello e costruire un futuro ricco e radioso per il club. Eppure ad oggi la trattativa per il 48% delle quote rossonere va ancora a rilento e di Bee dalle parti di Milano non si è intravista più neanche l’ombra.

Secondo quanto scrive oggi La Repubblica, l’uomo d’affari avrebbe ancora grossi problemi riguardo la disponibilità economica per chiudere la trattativa. Sono 480 circa i milioni che servono per l’acquisizione delle suddette quote, almeno secondo i patti verbali raggiunti con Silvio Berlusconi, ma pare che il broker abbia finora racimolato ‘solo’ 140 milioni, di cui ben 20 messi proprio da Bee in persona.

Troppo poco per poter dare la sterzata decisiva all’affare Milan, un dato che arriva direttamente dall’Asia dove parlano di problematiche sui finanziamenti dei partner e degli advisor principali. A Milanello comunque resta alto l’ottimismo, anche per la possibilità che già a gennaio Bee Taechaubol possa ripresentarsi in Italia e portare le garanzie bancarie giuste per convincere Fininvest a cedere. L’unico cruccio resta il calciomercato invernale: senza gli investimenti di Mr.Bee il Milan dovrà agire solo con operazioni low-cost.

 

Redazione MilanLive.it