alessio cerci
Alex Sandro e Alessio Cerci (getty images)

Non è un momento facile per Alessio Cerci. Dopo un buon periodo di forma, l’ex Torino è stato nuovamente accantonato da Sinisa Mihajlovic. Contro il Frosinone, il tecnico gli ha preferito Keisuke Honda, autore di una buona prestazione, una delle migliori da quando veste la maglia rossonera. Ma Cerci resta un calciatore importante e può rivelarsi un’ottima alternativa tattica.

Ha ancora sei mesi di tempo per poter convincere il Milan a trattenerlo. Il calciatore, infatti, è in prestito dall’Atletico Madrid per 18 mesi e non è ancora chiaro quale sarà il suo futuro. Nel frattempo, Cerci aspetta una nuova occasione, magari già con il Bologna al rientro dalla sosta natalizia. L’esterno rossonero ha rilasciato alcune dichiarazioni al nuovo numero di Forza Milan. Ecco le sue parole: “Mi trovo molto bene a Milano, perché è una grande città e soprattutto ho l’opportunità di giocare in un grande club. L’approccio mentale è fondamentale. La pressione su di noi è tanta e il fatto di poter gestirla diventa fondamentale. All’inevitabile tensione presente prima di ogni partita si unisce la voglia di far bene, di riuscire a esprimere sul campo quello che hai preparato in allenamento. Non è facile coniugare le due cose, il giusto approccio mentale ti aiuta a farlo: per questo motivo è importantissimo”.

 

Redazione MilanLive.it