Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

In un’interessante intervista rilasciata al Corriere dello Sport pubblicata nell’edizione  di oggi del quotidiano, Giovanni Galli ha parlato, tra le altre cose, dell’incredibile crescita del giovane portiere rossonero Gianluigi Donnarumma, attualmente il titolare della formazione schierata in campo da Sinisa Mihajlovic. L’ex estremo difensore rossonero ha tentato di sottolineare quelle che a suo avviso sono le migliori doti del gioiellino milanista: “Tranquillità e sicurezza sono le sue qualità che balzano all’occhio, che trasmette pure ai compagni. Ha poi una struttura importante. Non è facile trovare un portiere di due metri che si getta a terra con la sua agilità”.

Donnarumma si è fatto largo tra i grandi in questa prima metà di stagione, scavalcando nelle gerarchie del tecnico serbo prima Christian Abbiati, divenendo così ufficialmente il secondo portiere del Milan, poi addirittura Diego Lopez, l’anno scorso uno dei migliori calciatori a disposizione della rosa; complice l’infortunio del portiere ex Real Madrid il giovane classe 1999 ha potuto poi giocare con maggiore continuità e contro il Frosinone ha realizzato la nona presenza in campionato. Alla domanda su chi può ricordare e ai continui, quasi inevitabili, accostamenti con l’attuale capitano della Nazionale e della Juventus Gianluigi Buffon Galli risponde: “Evito gli italiani e soprattutto Buffon. Anzi invito non fare parallelismi con Gigi. Allora io tiro fuori il nome di Yashin per un discorso di struttura e di agilità. E’ stato un grandissimo e la somiglianza con Donnarumma si nota subito”.

 

Redazione MilanLive.it