Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Non è stato facile dire addio al Milan, ma per Zlatan Ibrahimovic era un passaggio obbligatorio visto il costosissimo stipendio che Silvio Berlusconi non era più in grado di sostenere. Nell’estate del 2012 passò al Paris Saint-Germain e, stagione dopo stagione, è diventato una vera e proprio bandiera. Quella in corso potrebbe essere il suo ultimo campionato con la maglia dei parigini, vista il contratto in scadenza a fine anno, ma in questi anni ha raggiunto traguardi incredibili sia dal punti di vista collettivo che personale.

Un’esperienza importante, l’ennesima, della sua incredibile carriera. Ibrahimovic, che il 30 dicembre affronterà l’Inter a Doha in amichevole, ha così parlato direttamente dal ritiro del PSG: “Ora è facile venire in questo club, è già tutto costruito. E’ facile scegliere questa squadra. Quando sono arrivato io da Milano invece non era così, sono stato uno dei primi a venire qui e portare la squadra al top e sapevo che avrei fatto la storia del club. Per cui quando cambierò squadra o smetterò di giocare mi siederò, mi guarderò indietro e penserò che ho fatto parte di questo progetto. E ne sono fiero. Qui mi sento bene, ho grandi responsabilità“.

 

Redazione MilanLive.it