Josè Mauri
Jose Mauri (Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il monito di casa Milan in vista della sessione di gennaio è sempre il solito: vendere prima di comprare. Lo ha confermato Adriano Galliani giorni fa, parlando di arrivi importanti nella sessione di riparazione solo in caso di uscite della medesima importanza. Ecco dunque che vanno valutate le situazioni in uscita dei calciatori considerati esuberi o di coloro che sono scontenti per il poco spazio finora concessogli dal tecnico Sinisa Mihajlovic. Il reparto che sembra dover cambiare di più è quello di centrocampo, dove urge strappare i rami secchi e coltivarne dei nuovi.

Calciomercato Milan, tre mediani sul piede di partenza

Il primo a partire secondo la Gazzetta dello Sport potrebbe essere Nigel de Jong, il più sorpreso dalla situazione attuale nel Milan, visto che dopo il rinnovo tanto ambito firmato il 1° luglio scorso, l’olandese non ha praticamente più avuto ne’ spazio ne’ fiducia dallo staff tecnico finendo troppo spesso nel dimenticatoio. Oggi è la quarta scelta per la linea mediana ed il malcontento nell’ex Ajax cresce giorno dopo giorno. Il Milan si libererebbe volentieri del suo ingaggio da quasi 3 milioni netti per poter poi reinvestire su altri calciatori. Intanto la Premier League lo segue.

Altro sicuro partente è Josè Mauri, il talento italo-argentino classe 1996, mai utilizzato in campionato. A Milanello continua a piacere, anche se è considerato troppo poco maturo per giocare da titolare in Serie A. Dovrà andare a farsi le ossa, e le pretendenti non mancano: Atalanta, Bologna, Chievo e Genoa sono pronte a darsi battaglia per avere Mauri anche solo in prestito. Più dura la situazione di Antonio Nocerino: la sua esperienza al Milan si è fermata al 30 agosto, titolare nel 2-1 sull’Empoli ma di fatto tra i più deludenti in campo. L’ex Torino partirà stavolta a titolo definitivo, ma ancora mancano le offerte concrete. Nelle ultime ore si è vociferato di Bologna e Genoa, ma è ancora tutto da confermare.

 

Redazione MilanLive.it