Riccardo Montolivo
Riccardo Montolivo (©Getty Images)

Riccardo Montolivo è intervenuto ai microfoni di Milan Channel direttamente dal centro sportivo di Milanello e ha tracciato un bilancio di questo 2015 con particolare riferimento alla stagione ancora in corso: “È stato un anno difficile perché siamo partiti da zero, siamo una squadra in costruzione, abbiamo avuto bisogno un po’ di tempo per trovare un’identità precisa – riporta acmilan.com -. Abbiamo avuto qualche difficoltà ad inizio Campionato ma poi siamo cresciuti. In alcune occasioni potevamo fare meglio, con qualche punto in più potevamo essere nel gruppo di testa, credo che però sia ancora tutto in gioco“.

Per il 2016 ci si attendono miglioramenti da parte del Milan, che ha l’obbligo di tornare a giocare in Europa dopo due anni di assenza e non può assolutamente fallire l’obiettivo: “Questa squadra credo abbia grandissimi margini di miglioramento, lo dobbiamo dimostrare. A Gennaio dovremo dimostrare il nostro vero valore. Il gruppo è molto unito, credo si sia dimostrato nei momenti di difficoltà. Anche col Frosinone a fine primo tempo eravamo sotto di un gol e potevamo sfaldarci, invece siamo entrati in campo con la volontà di cambiare la partita, il gruppo è coeso e lavora molto, sono convinto che i risultati si vedranno. Il merito di questo sicuramente è dell’allenatore“.

Successivamente Montolivo ha elogiato Sinisa Mihajlovic, il tecnico che la società ha scelto per guidare la squadra rossonera verso il ritorno in Europa e verso il quale non sono mancate le critiche sia dalla stampa che da Silvio Berlusconi: “E’ un allenatore più completo rispetto a quello che era 5 anni fa, ha uno staff molto preparato. Allenare il Milan non è facile e come noi ha trovato delle difficoltà, credo però che la sua mano si veda bene. Ha un grande merito per l’unione del gruppo, ci ha dato concetti di gioco importanti. Credo sia un allenatore completo“.

 

Redazione MilanLive.it