berlusconi mihajlovic galliani
Barbara Berlusconi, Sinisa Mihajlovic, Silvio Berlusconi e Adriano Galliani (acmilan.com)

Il Corriere dello Sport nella propria edizione odierna mette in evidenza che il Milan solo in altre due occasioni ha fatto peggio che nel 2015 negli ultimi 20 anni da quando esistono i 3 punti a vittoria. Nell’anno appena trascorso tra Filippo Inzaghi e Sinisa Mihajlovic la media punti è stata complessivamente di 1,41. Solo nel 1997 (1,27) con i ritorni di Arrigo Sacchi e Tabarez e nel 1998 (1,40) con lo stesso Capello e Alberto Zaccheroni il dato risulta peggiore. Quel biennio fu fortemente negativo e difatti arrivarono un 11° e un 10° posto con conseguente esclusione dalle coppe europee, fatto avvenuto anche negli ultimi due anni.

Quelle annate nere furono però precedute e seguite da due trionfi, lo Scudetto di Capello del 1996 e quello di Zaccheroni nel 1999. Il declino del Milan va avanti da qualche anno e più precisamente dallo smantellamento post-secondo posto in campionato del 2011-2012. Gli ultimi trionfi risalgono al tricolore e alla Supercoppa Italiana del 2011. La squadra di Mihajlovic attualmente viaggia con una certa discontinuità a ridosso dell’Europa League e l’obiettivo Champions sembra non essere alla portata. In Coppa Italia la strada verso la finale è in discesa, ma poi a Roma bisognerà vincere contro una delle big nostrane e i rossoneri negli scontri diretti ne sono sempre usciti perdenti nella prima parte di stagione, tranne contro la Lazio. Intanto Silvio Berlusconi non nasconde il proprio malumore, soprattutto alla luce degli investimenti fatti nello scorso calciomercato estivo.

 

Redazione MilanLive.it