Alessio Cerci
Alessio Cerci (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANAlessio Cerci al Genoa è un matrimonio che si potrebbe consumare nei prossimi giorni. Adriano Galliani ed Enrico Preziosi hanno trovato l’accordo per il trasferimento, ma manca ancora il via libera finale del giocatore per perfezionare questa operazione. Lo riporta La Gazzetta dello Sport. L’ex Torino è finito a fare la riserva nelle ultime due partite di campionato e Sinisa Mihajlovic avrebbe dato l’ok alla cessione dopo aver provato Kevin-Prince Boateng a destra in allenamento e aver ottenuto buone risposte da Keisuke Honda nell’ultimo match del 2015 giocato a Frosinone. L’esterno romano potrebbe concludere la stagione nel club rossoblu, che subentrerebbe al Milan nel prestito fino a giugno che era stato stabilito con l’Atletico Madrid, proprietario del cartellino.

Calciomercato Milan, Cerci-Genoa: è quasi fatta

Galliani e Preziosi hanno raggiunto per l’ennesima volta un’intesa, ma adesso toccherà a Cerci dire di sì al trasferimento al Genoa. Con mister Gian Piero Gasperini avrebbe l’occasione di giocare con più continuità e di mettersi anche in mostra al fine di convincere Antonio Conte a portarlo all’Europeo 2016 che si giocherà in Francia. In un contesto come quello genovese per lui sarà più facile mettere insieme prestazioni convincenti come quelle dei tempi in cui militava nel Torino. Si tratta di piazze con molte meno pressioni e aspettative rispetto a quella di Milano, pertanto per i calciatori sono più liberi mentalmente quando scendono in campo. Galliani in persona sta cercando di convincere il numero 11 rossonero ad accettare la destinazione Genova. Lo scrive il quotidiano La Repubblica.

Cerci al Milan ha deluso profondamente. Quando è arrivato dall’Atletico Madrid molti pensavano che Galliani avesse messo a segno un buon colpo per rinforzare la squadra, ma il 28enne di Velletri non è riuscito ad affermarsi né con Filippo Inzaghi e neppure con Sinisa Mihajlovic. Il serbo gli ha concesso delle chance in questa stagione e per qualche partita le cose sembravano andare bene, ma poi il rendimento dell’esterno rossonero è calato fino a spingere il club a pensare ad un addio anticipato rispetto alla scadenza del prestito che, come dicevamo in precedenza, è fissata per il 30 giugno 2016. Vedremo a breve se sarà il Genoa a subentrare.

 

Redazione MilanLive.it