Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Il Milan sul campo sta facendo molto male, l’obiettivo stagionale del terzo posto è ormai lontanissimo. Quest’oggi, nella prima partita del 2016, è arrivata l’inaspettata sconfitta contro il Bologna. San Siro ha sommerso di fischi l’intera squadra e indirizzato verso Adriano Galliani cori non proprio d’amore che gli intimavano di andarsene.

Quest’estate Silvio Berlusconi ha investito molto sul mercato, facendo uno sforzo economico non indifferente visti i mercati low-cost degli ultimi anni. Alla base dei milioni spesi, c’è da considerare anche l’operazione relativa alla cessione del 48% del club a Bee Taechaubol per circa 480 milioni di euro. La chiusura dell’operazione si aspetta da tempo, tante le scadenze definitive fissate in questi mesi per il closing, ma nessuna è stato rispettato. Ad oggi la trattativa è arrivata ad una fase di stallo: non arrivano voci positive in merito e non sembra ci siano ancora speranze che l’uomo d’affari thailandese chiuda davvero l’operazione.

A tal proposito, Andrea Montanari, giornalista di Milano Finanza, ha riferito di un possibile ritorno in scena del fondo Madison. Si tratterebbe di un cavallo di ritorno visto che lo scorso anno avevano fecero un’offerta di 600 milioni rifiutata da Fininvest perché non giudicata sufficiente. Ai microfoni di Sportitalia Montanari ha spiegato: “Essendo sfumata la pista che porta a mister Bee, sarebbe tornato in scena un fondo d’investimento americano Madison. Pare che Fininvest abbia aperto ad un contatto con questo fondo. Gli investitori americani, quando entrano, vogliono comandare come con Roma e Bologna”. 

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.