Emanuele Giaccherini
Emanuele Giaccherini (©Getty Images)

Clamorosa sconfitta subita dal Milan contro il Bologna. A decidere è stato un gol di Emanuele Giaccherini. I rossoneri non hanno trovato il gol nonostante le numerose occasioni create, anche e soprattutto a causa di scelte clamorosamente infelici da parte di Alessio Cerci in ben due occasioni.

Marcatori: Giaccherini 82′.

Ammoniti: Mounier, Diawara, Montolivo, De Sciglio, Mexes, Kucka, Brighi, Destro. 

Espulsi: /

MILAN: Donnarumma 6; Abate 4,5, Mexes 5, Alex 5,5, De Sciglio 4,5;

Honda 5 (Dal 57′ Cerci 2), Montolivo 4,5 (Dall’82 Kucka s.v.), Bertolacci 5, Bonaventura 6;

Niang 5 (Dal 78′ Luiz Adriano), Bacca 5.

Allenatore: Sinisa Mihajlovic 5

A disposizione: Abbiati, Livieri, Antonelli, Calabria, Zapata, Ely, De Jong, Poli, Kucka, J.Mauri, Cerci, Luiz Adriano.

BOLOGNA: Mirante 6,5; Rossettini 6 (Dal 60′ Ferrari 6), Maietta 5,5 (Dal 45′ Oikonomou 6), Gastaldello 6, Masina 6;

Taider 6, Diawara 6, Brighi 6;

Mounier 5,5, Destro 6, Giaccherini 6,5.

Allenatore: Roberto Donadoni 7

A disposizione: Da Costa, Stojanovic, Ferrari, Morleo, Oikonomou, Mbaye, Donsah, Pulgar, Zuculini, Acquafresca, Falco, Mancosu.

  • Le pagelle del Milan

Donnarumma 6: nulla può sul gol di Giaccherini a pochissimi passi da lui. Miracoloso pochi minuti dopo su Destro, parata che evita lo 0-2.

Abate 4,5: poche sovrapposizioni offensive, troppo indeciso in fase difensiva. Assente clamorosamente al momento del gol di Giaccherini.

Alex 5,5: l’unico a salvarsi nella linea difensiva rossonera. Miracoloso nel primo tempo dopo una giocata di Destro che aveva scavalcato Donnarumma. Prova disperatamente la scivolata sul tiro di Giaccherini sul quale si fa anche male, ma la palla finisce comunque in rete.

Mexes 5: seconda presenza dal primo minuto per il francese in campionato, quest’oggi a causa dell’assenza per squalifica di Romagnoli. Non dà la massima sicurezza alla squadra, ma chiude il match senza errori clamorosi.

De Sciglio 4,5: la spinta offensiva c’è, ma la qualità latita clamorosamente. Mai un cross pericoloso verso l’area di rigore: o veniva rimpallato o era eccessivamente lungo. In fase difensiva non fa grossi errori.

Montolivo 4,5: impreciso in fase di disimpegno troppe volte. Lanci troppo prevedibili e poco utili ai fini del gioco.
Dall’82’ Kucka s.v.

Bertolacci 5: ci si aspettava molto di più da lui come da tutta la squadra in questa partita. In fase di costruzione non riesce a dare il suo massimo apporto.

Honda 4,5: è ancora un mistero quale sia il suo aiuto alla manovra della squadra. Quando il pallone arriva tra i suoi piedi sull’esterno, rallenta sempre l’azione. Esce applaudendo, forse ironicamente, agli assordanti fischi di tutto San Siro.
Dal 57′ Cerci 2: non sarà questo il calcio che conta, ma la sua prestazione è ai limiti della vergogna. Prima fallisce un contropiede clamoroso con il Milan in superiorità numerica 3 contro 2 sbagliando il passaggio, poi si divora incredibilmente un gol praticamente già fatto sempre in ripartenza: prova a dribblare il portiere in maniera imbarazzante, anziché tirare subito da posizione ideale o in alternativa passarla a Bacca. Il calciomercato è appena iniziato e il suo nome circola da tempo, la prestazione odierna forse accelererà il suo addio.

Bonaventura 6: l’unico su cui poter sempre contare. La squadra si affida in ogni occasione a lui, anche se quest’oggi è stato meno decisivo del solito. Comunque guadagna ampiamente la sufficienza nonostante la sconfitta della squadra.

Niang 5: prestazione altalenante del francese che a volte si nasconde dalla manovra offensiva, in altre ne è protagonista. Non sfrutta un paio di occasioni clamorose: prima scivola all’altezza del dischetto quando stava per tirare verso la porta, poi è impreciso nel tiro in altre situazioni. Strepitoso il suo passaggio in profondità per Cerci in occasione del gol clamorosamente divorato dall’ex Torino. Lascia il campo dopo pochi minuti…

Bacca 5: anche dal colombiano ci si aspettava molto di più. Poco incisivo e cattivo sotto porta. Nel secondo tempo trova anche il gol, ma gli viene segnalata una posizione molto dubbia di fuorigioco sul punteggio di 0-0.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it