Silvio Berlusconi e Mister Bee Taechaubol (foto dal web)
Silvio Berlusconi e Mister Bee Taechaubol (foto dal web)

Intrigo anche sulla cessione futura delle quote societarie del Milan. In effetti la trattativa tra la società controllata da Fininvest e la cordata asiatica guidata da Bee Taechaubol si sta allungando temporalmente in maniera esagerata, tanto da far presagire ormai colpi di scena o svolte improvvise sia in senso positivo che negativo. Ma secondo Tuttosport la situazione resta intricata nonostante l’ottimismo che sembra filtrare dagli ambienti rossoneri.

Pare infatti che a dicembre sia pervenuta a Casa Milan una proposta da parte del fondo americano Madison, che non ha nulla a che fare con la società che gestisce l’impianto newyorkese Madison Square Garden. Gli yankee avrebbero messo sul piatto una cifra tra i 600 ed i 650 milioni di euro per tutto il pacchetto Milan, valutandolo dunque cifre sensibilmente più basse di quelle ipotizzate da Silvio Berlusconi. Una proposta per ora accantonata, visto che l’affare con Mr. Bee appare sempre il più probabile da concretizzare.

Pare infatti che a fine mese il broker thailandese sbarcherà di nuovo a Milano per avvicinare sempre di più il ‘closing’ che serve come il pane per la svolta finanziaria del club rossonero. Berlusconi attende fiducioso il bonifico da 480 milioni di euro che consentiranno a Bee di diventare socio e parte integrante nel piano di rivoluzione economica e di marketing di una società al momento in crisi nera.

 

Redazione MilanLive.it