sfondo maglia milan bisIl Milan è stato eliminato dalla Coppa Italia Primavera per mano di una Fiorentina che in casa propria ha vinto per 4-3. Partita pazzesca con tante emozioni, occasioni e gol. Anche un po’ di nervosismo, ma è stato piacevole assistere al match.

I rossoneri nel primo tempo, dopo un avvio così così con Plizzari decisivo, avevano trovato il gol del vantaggio al 14′ con un gran tiro di Turano su cross di Felicioli. E i ragazzi di Brocchi vanno pure vicini al raddoppio con Crociata ed El Hilali, ma al 27′ i viola si fanno rivedere con Mlakar a tu per tu con Plizzari, il quale compie un miracolo ed evita il pari. Gran conclusione di Crociata la 34′, ma alza in corner Makarov. E il portiere russo si supera anche su Felicioli tre minuti dopo.

Nella ripresa la Fiorentina esercita una forte pressione fin da subito e al 57′ Chiesa con un diagonale potente e preciso pareggia i conti. Il Milan ci prova con un tiro di Crociata a lato e un colpo di testa ravvicinato di Cutrone che termina alto, ma al 66′ Minelli su assist di Chiesa porta in vantaggio i viola coronando una grande azione.  Due minuti dopo Plizzari decisivo nel deviare in corner un cross che stava arrivando verso due giocatori viola smarcati. Sull’angolo Diakhate manca di poco il bersaglio con un colpo di testa deviato. I rossoneri si fanno rivedere al 70′ con una conclusione alta di Hadziosmanovic dall’interno dell’area. Al 73′ arriva però il tris dei toscani con Valencic sugli sviluppi di un calcio di punizione. Brocchi fa un po’ di cambi inserendo Piacentini, Hamadi e Bianchimano per Turano, Crociata ed Hadziosmanovic. All’82’ conclusione a botta sicura di Bianchimano, ma quasi sulla linea respinge miracolosamente Bitunjac. All’85’ rigore per il Milan e Locatelli lo realizza. Bianchimano all’88’ a neppure un metro dalla porta ha calciato alto, clamoroso errore dell’attaccante milanista. Al 90′ la Fiorentina con Mlakar si porta sul 4-2 punendo i rossoneri dopo la rete sbagliata. Si sono sbilanciati e hanno subito. Al 91′ Bianchimano però non sbaglia a riaccende le speranze del Milan. Al 93′ saltano i nervi in campo con gli allenatori che entrano in campo per placare i giocatori.

 

Redazione MilanLive.it