carlos bacca
Carlos Bacca all’Olimpico (©getty images)

Un pareggio che ha il sapore di un brodino leggero ed insipido, ma anche il potere di essere salvifico per le due panchine. Roma e Milan non si fanno male, ma passano l’ennesima serata di rimorsi e rimpianti della loro stagione. Una gara terminata sull’1-1 che ha visto le due squadre mettere in evidenza i tanti difetti attuali, tra difese fin troppo ballerine ed una lunghezza tattica sul campo da primato.

La Gazzetta dello Sport mette in evidenza come il Milan abbia nel complesso meritato qualcosina di più, vista la reattività mostrata dopo un primo tempo lasciato troppo spesso in mano ai giallorossi. Il gol di Ruediger aveva illuso i padroni di casa sulla classica distrazione difensiva da palla inattiva degli uomini di Sinisa Mihajlovic. Bravi, però, gli stessi rossoneri a non crollare e reagire con 45′ successivi di buon calcio.

La Roma si spegne e il Milan si accende; Juraj Kucka quasi subito trova il colpo del pareggio e quando gli si chiede di punire ancora i capitolini sull’accelerazione di Kevin-Prince Boateng fallisce clamorosamente il sorpasso. Carlos Bacca maledice la traversa colpita sempre sull’1-1, agevolato dal passaggio all’inedito 4-2-3-1, primo effetto del ritorno del ‘Boa’. Il pareggio, che non muove affatto la classifica, salva Rudi Garcia e mister Mihajlovic, che per una sera può comunque essere sereno per una prestazione in ascesa ma senza quel pizzico di cattiveria da grande squadra.

 

Redazione MilanLive.it