luiz adriano
Luiz Adriano e Castan (© getty images)

Gara corretta e affatto cattiva quella di ieri tra Roma e Milan all’Olimpico, tanto che la direzione del sig. Daniele Orsato di Schio non ha influito sull’andamento del match. Le due squadre hanno giocato su ritmi molto bassi e ciò ha comportato una scarsa vena di nervosismo in campo.

Secondo il Corriere dello Sport, che analizza come sempre gli episodi maggiori di moviola, l’unico neo potrebbe essere risultato dal serio rischio espulsione per Luiz Adriano, l’attaccante del Milan che già nel primo tempo aveva meritato il giallo, ignorato da Orsato, per un intervento duro su De Rossi. Ammonito in seguito giustamente, il brasiliano nel secondo tempo interviene in ritardo su Leandro Castan: fallo non cattivo ma netto che poteva anche essere sanzionato con il ‘rosso’.

Per il resto decisioni più o meno corrette: non c’è fallo di Szczesny, portiere della Roma, in uscita su Carlos Bacca, che cade dopo il contatto a fine primo tempo, ma il numero uno giallorosso va sul pallone. Regolare il gol del vantaggio romanista di Ruediger, tenuto in gioco da due difensori milanisti. Infine l’espulsione di Sinisa Mihajlovic è frutto di un regolamento molto severo: il serbo è stato allontanato da Orsato dopo alcune manifestazioni di disapprovazione troppo enfatiche non per una scelta arbitrale, bensì nei confronti di Kucka che aveva appena fallito il gol del 2-1.

 

Redazione MilanLive.it