Roberto Soriano
Roberto Soriano (Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – E’ pronta a riaprirsi la telenovela Roberto Soriano. Il Milan lo ha cercato in estate: poteva essere la ciliegina sulla torta del calciomercato rossonero, chiesto espressamente da Sinisa Mihajlovic, con cui ha condiviso l’esperienza alla Sampdoria. Non se ne fece nulla, e anche il trasferimento al Napoli saltò a causa dalla mancata consegna dei contratti alla Lega. In questi cinque mesi di campionato, prima con Walter Zenga e poi con Vincenzo Montella, ha indossato la fascia di capitano e i panni del leader tecnico dei blucerchiati. Ma ora la sessione di gennaio è aperta e il suo futuro a Genova è nuovamente in bilico.

Calciomercato Milan, l’Inter ci prova per Soriano

Il Milan non sembra aver mollato la presa, e nemmeno il Napoli, che però è in pressing anche su altri nomi. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport, sul calciatore ci sarebbe anche l’Inter di Roberto Mancini. Quest’ultimo ha chiesto rinforzi per migliorare la qualità del suo centrocampo: Soriano risponde all’identikit tracciato dal tecnico. Piero Ausilio venerdì incontrerà Massimo Ferrero per discuterne. Prima, però, i nerazzurri hanno bisogno di vendere qualcuno. In uscita c’è Fredy Guarin, che non ha trovato molto spazio in questa prima parte di campionato. Non solo per una questione tattica, ma anche economica.

L’Inter, infatti, per ottenere le prestazioni di Soriano deve pagare alla Sampdoria la clausola rescissoria da 15 milioni di euro, inserita nel contratto del calciatore rinnovato proprio pochi mesi fa, dopo la chiusura della sessione di calciomercato estiva. La trattativa, dunque, è tutt’altro che semplice per l’Inter.

Proprio a causa della clausola rescissoria, il Milan sembra tagliato fuori nella corsa a Soriano. Galliani ha a sua disposizione un budget risicato e non può sborsare 15 milioni di euro per un solo calciatore. Inoltre il centrocampista è un pupillo di Mihajlovic e non sappiamo se il tecnico resterà su quella panchina ancora per molto.

 

Redazione MilanLive.it