Silvio Berlusconi Antonio Conte
Silvio Berlusconi e Antonio Conte (©Getty Images)

Antonio Conte rimane il sogno di Silvio Berlusconi per la panchina del Milan in vista della prossima stagione. Lo conferma quest’oggi il quotidiano Tuttosport. Sinisa Mihajlovic anche in caso di conquista della Coppa Italia e un piazzamento europeo, Champions League inclusa, difficilmente sarà confermato come allenatore rossonero. La frattura tra il presidente e il tecnico serbo sembra abbastanza netta ed è complicato che venga sanata.

Con le scadenze dei contratti di Clarence Seedorf e Filippo Inzagi a giugno 2016, sarà più facile poter andare ad ingaggiare un nuovo allenatore. Mihajlovic ha un accordo fino al 2017, ma si potrebbe anche arrivare alla risoluzione nel caso in cui qualche altro club si facesse avanti per lui. Altrimenti rimarrebbe a libro paga per un anno, come già avvenuto con i suoi ultimi predecessori.

L’ipotesi Conte è nota ormai da tempo e Silvio Berlusconi ci ha già pensato più volte. Bisognerà vedere se l’attuale commissario tecnico della nazionale, il cui contratto con la FIGC scade dopo l’Europeo, deciderà di intraprendere l’avventura rossonera o sarà attratto maggiormente da club esteri. L’ex Juventus ha detto di volere la Champions League, palcoscenico che ad oggi il Milan non può garantirgli. E in questo momento non può garantire neppure investimenti pesanti nel calciomercato. Ora come ora Conte ci sembra destinato a restare lontano da Milanello. Solo un cambiamento a livello societario, magari con l’ingresso della cordata di Bee Taechaubol nel pacchetto azionario, può mutare lo scenario.

 

Redazione MilanLive.it