Carlo Tavecchio (Getty Images)
Carlo Tavecchio (Getty Images)

Dopo anni di discussioni e di dibattiti, la moviola sta finalmente per entrare anche nel mondo del calcio. A deciderlo, ovviamente, l’International Football Association Board, che ha chiesto alla FIFA di varare la sperimentazione video-technology, a supporto degli arbitri, nella prossima riunione che si terra a Cardiff in marzo. La decisione è stata presa dopo la riunione al Royal Garden Hotel di Londra e l’ha confermata anche la FIFA stessa tramite il suo sito ufficiale.

Ancora non sappiamo come verrà gestita e con quali modalità. L’unica cosa certa è che l’IFAB ha invitato le varie Federazioni ad accettare la proposta. A commentare questa iniziativa è stato anche Carlo Tavecchio, presidente della FIGC, che ha così parlato: “Bene così! L’Italia è stata tra le prime Federazioni, se non la prima, a spingere in questa direzione”. 

Fu lo stesso Tavecchio a chiedere fortemente l’introduzione della Goal Line Technology, che si è rivelata decisiva proprio mercoledì scorso nel match fra Chievo e Roma. Ora vuole rinnovare l’invito avanzato alla FIFA già un po’ di tempo fa (come riportato dall’edizione online del Corriere dello Sport): “Con una lettera indirizzata all’allora presidente Blatter, chiedemmo di essere inseriti nel programma di sperimentazione che, speriamo davvero, parta nei prossimi mesi. L’Italia – che tra l’altro è proprietaria di due brevetti – da anni studia la materia e vuole contribuire portando all’attenzione internazionale anche alcune sue proposte”.

 

Redazione MilanLive.it