Adriano Galliani
Adriano Galliani (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – L’arrivo di Kevin-Prince Boateng sicuramente non basta per rinforzare il Milan. Servono ulteriori acquisti, ma prima bisogna vendere. La rosa di Sinisa Mihajlovic è troppo folta e gli esuberi proprio non mancano. Secondo quanto riportato da Tuttosport, dopo le cessioni, il calciomercato dei rossoneri potrà finalmente sbloccarsi. Ma non sarà comunque facile trovare una sistemazione adeguata a tutti. Adriano Galliani ha già allacciato dei contatti e vuole chiudere diverse operazioni in breve tempo, così da dedicarsi alle entrate. I nomi in uscita sono sempre gli stessi: Stephan El Shaaarawy, Alessio Cerci, Nigel de Jong e Diego Lopez. Andiamo ad analizzare singolarmente le varie situazioni.

Calciomercato Milan, il punto sulle cessioni

Insomma, di lavoro da fare ce n’è tanto. Iniziamo da El Shaarawy: l’esterno ex Genoa non è stato riscatto dal Monaco, quindi tornerà momentaneamente in rossonero. Non resterà in squadra, perché non fa parte del progetto tecnico di Mihajlovic. Su di lui c’è la Roma e le ultime indiscrezioni parlano di un accordo ormai fatto. Si sta per risolvere anche la delicatissima situazione di Cerci. L’esterno ex Torino è ad un passo dal Genoa. L’Atletico Madrid ha detto sì, manca solo l’approvazione del fondo del Qatar che detiene parte del suo cartellino.

Per De Jong e Lopez le offerte sicuramente non mancano. Sull’olandese ci sono gli occhi della Premier League: il Leicester prima e lo Swansea poi si sono già fatte avanti. Quella inglese è la pista più gradita dal calciatore, che ha rifiutato alcune proposte dalla Bundesliga. Lo spagnolo, invece, che ha ormai perso il posto da titolare a causa della crescita esponenziale di Gianluigi Donnarumma, si sente ancora un giocatore importante e vuole una squadra che gli permetta di giocare da titolare. Su di lui possibile ritorno in Spagna.

Con queste varie cessioni, il Milan può incassare il suo tesoretto da investire in questo calciomercato invernale. E non solo con i costi dei vari cartellini, ma anche risparmiando alcuni importanti stipendi.

 

Redazione MilanLive.it