Stadio San Siro
Stadio San Siro (©Getty Images)

Ieri sera in occasione di MilanCarpi a San Siro erano presenti solamente 12.319 spettatori, davvero pochi per una partita comunque importante per la stagione rossonera. A metà agosto contro il Perugia ce n’erano circa il doppio. Nel secondo anello blu, quello della Curva Sud, gli ultrà erano un migliaio e forse anche meno. Emblematico della disaffezione dei tifosi milanisti verso questa squadra. Triste vedere uno stadio così deserto.

La Gazzetta dello Sport evidenzia che dalle tribune si potevano sentire con chiarezza i rumori dei tackle, le urla di giocatori e allenatori, il suono del pallone. Una situazione surreale per un match che, come accennavamo in precedenza, era decisivo sia per la squadra che per Sinisa Mihajlovic. La Curva Sud ha rivolto cori di incitamento con l’intenzione di affermare che gli unici proprietari del Milan sono proprio i tifosi. Non è poi mancata la solita contestazione ad Adriano Galliani per spingerlo ad andarsene. Gli ultrà si sono comunque presentati senza striscioni e bandiere, cosa che avviene da mesi. Ma stavolta non c’era neppure quella dedicata a Franco Baresi, storica leggenda rossonera con il numero 6 sulle spalle. San Siro si è un po’ scaldato con i gol di Carlos Bacca e M’Baye Niang, ma per il resto è stato abbastanza freddo. A fine partita sono comunque arrivati applausi per la squadra.

 

Redazione MilanLive.it