Carlos Bacca Gaetano Letizia
Carlos Bacca e Gaetano Letizia (©Getty Images)

Il Milan cambia faccia e vestito, si schiera in maniere sempre diverse. Ma lui c’è, in qualsiasi formazione o modulo di base. Carlos Bacca è uno dei sempre presenti in casa rossonera, e non sarebbe ipotizzabile il contrario visto che la media-reti dell’attaccante colombiano tra campionato e Coppa Italia parla chiaro. I numeri sono dalla parte dell’ex Siviglia che vanta 10 centri finora complessivi, tanto all’interno di una moria offensiva a volte deleteria e tutt’altro che memorabile.

Arrivano gli elogi della Gazzetta dello Sport a Bacca, a partire dalla ‘rabona’ con cui ha fatto impazzire San Siro mercoledì sera, nel 2-1 sul Carpi in coppa. Un gol che sintetizza tutte le qualità del calciatore rossonero, ovvero la progessione, la tecnica di base ed il cinismo. Movenze alla Ronaldo che farebbero comodo a qualsiasi squadra italiana e non solo, e Sinisa Mihajlovic se lo tiene stretto senza lasciarlo fuori neanche per il turnover.

Bacca ha giocato in tutti i moduli previsti dal Milan: nel 4-3-1-2 di inizio stagione accanto ad una seconda punta, nel tridente di qualche mese fa come unico riferimento offensivo ed infine nell’attuale 4-4-2 accanto a M’Baye Niang con cui c’è affinità ed empatia offensiva. Ed il bello potrà venire quando torneranno in campo Mario Balotelli e Jeremy Menez, due solisti che però sanno anche esaltare i compagni di squadra e lasciare a Bacca il compito di ‘buttarla’ dentro.

 

Redazione MilanLive.it