Antonio Conte
Antonio Conte (©Getty Images)

Silvio Berlusconi ha le idee chiare. Forse è l’unico all’interno di una società che al momento traballa tra questioni finanziarie, tecniche e di calciomercato. Il Milan deve capire su che strada continuare la propria stagione e l’idea del Cavaliere è ben precisa, come spiega quest’oggi Tuttosport.

La tentazione Marcello Lippi è molto forte nei pensieri del presidente rossonero, che avrebbe già contattato l’ex commissario tecnico attualmente svincolato ricevendo anche l’ok per un arrivo immediato sulla panchina del Milan a stagione in corso. Se Sinisa Mihajlovic, mai troppo amato da Berlusconi, dovesse fallire domani sera contro la Fiorentina rischierebbe un esonero in diretta, come capitò nel 2001 ad Alberto Zaccheroni, a cui arrivò la comunicazione ufficiale del club mentre era a colloquio con i cronisti nel post-partita.

Lippi sarebbe dunque la scelta per traghettare il Milan fino al termine della stagione, visto che il programma di Berlusconi prevede l’arrivo di Antonio Conte a giugno: il ct azzurro lascerà sicuramente la Nazionale, vista anche la rabbia per la querelle relativa agli stage di febbraio che complicano i suoi progetti in chiave Europeo. Lippi non avrebbe problemi a lasciare spazio al suo allievo e potrebbe anche restare nel ruolo di direttore tecnico ad interim.

 

Redazione MilanLive.it