Demetrio Albertini (©Getty Images)
Demetrio Albertini (©Getty Images)

Demetrio Albertini ha analizzato la sfida di questa sera a San Siro tra Milan e Fiorentina. Anzitutto ha riferito: “Prima i giornalisti mi chiedevano come la Fiorentina potesse mettere in difficoltà il Milan, non il contrario. Ora la situazione si è ribaltata…”. Verità quanto mai triste e condivisibile purtroppo per i colori rossoneri.

Ritornando al match, queste le sue parole in merito all’importanza della sfida per la squadra viola: “Sarà una partita importante per entrambe le squadre. La Fiorentina – riferisce ai microfoni di Lady Radio – può consolidare quanto di buono fatto finora e fare quel passaggio in avanti ulteriore di consapevolezza per restare ai vertici della classifica e giocarsi lo scudetto sino alla fine. Loro sono la squadra che mi ha impressionato di più. Giocano un bel calcio e diverte. Paulo Sousa è riuscito a farsi capire e a trasferire quello che voleva ai giocatori con una filosofia di gioco ben precisa.”.

Il Milan invece ha l’obbligo di vincere questa partita in questo 2016 ancora privo di vittorie in campionato, bisogna fare un ulteriore passo avanti dopo la buona prestazione dell’Olimpico contro la Roma, in cui però è arrivato solo un pareggio: “I rossoneri invece dovranno dare una svolta al loro campionato. Il Milan però – continua Albertini – ha l’handicap di giocare a San Siro: da ex calciatore posso dire che spesso nei momenti negativi è più facile giocare in trasferta piuttosto che in casa. Il duello sulla fascia Bonaventura-Bernardeschi mi piace molto”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it