berlusconi galliani
Silvio Berlusconi e Adriano Galliani (©Getty Images)

Il Milan si prepara ad una nuova rivoluzione. Non è bastata la vittoria in Coppa Italia contro il Carpi per stabilizzare la posizione di Sinisa Mihajlovic, che ora si ritrova a dover vincere contro la Fiorentina per poter dare risposte importanti alle voci di corridoio che si susseguono. Il suo destino, però, è ormai segnato: che sia a breve o a fine stagione, il serbo lascerà la panchina rossonera. Chi lo sostituirà?

Adriano Galliani spinge per avere Antonio Conte, che dopo la spedizione francese degli Europei dovrebbe dire addio alla Nazionale. Secondo quanto scritto dal giornalista Sandro Sabatini su Calciomercato.com, l’amministratore delegato, venerdì in occasione dell’Assemblea di Lega, ha dato l’ok per lo stage azzurro (anche perché il Milan non gioca le coppe europee), in modo da appoggiare le idee del tecnico e mettersi dalla sua parte.

Altra mossa strategica di Galliani. Il Milan, con ogni probabilità, giocherà la finale di Coppa Italia. L’ad non ha fatto alcun tipo di pressione per anticiparla ad aprile, in modo tale da “stimolare” il divorzio fra Conte e la Federcalcio.

Insomma, Galliani spinge e va in pressing su Conte, mentre Silvio Berlusconi, inaspettatamente, dà fiducia a Mihajlovic, mettendo il freno, dunque, al progetto Marcello Lippi, almeno fino a fine stagione, quando poi dovrebbe cominciare l’era Conte.

Fra queste due situazioni si inserisce perfettamente Mihajlovic. E’ lui che ha la possibilità di decidere ciò che succederà o meno. Ha tre vie: condurre un girone di ritorno perfetto e quindi restare anche per il prossimo anno (poco probabile, ma niente è da escludere nel calcio), sbagliare sia stasera con la Fiorentina che la prossima e quindi fare le valigie in favore del traghettatore Lippi, oppure ottenere la conferma almeno fino a giugno per poi dirsi addio e dare il via al progetto Conte.

 

Redazione MilanLive.it