Alessandro Costacurta
Alessandro Costacurta (©Getty Images)

Interpellato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex difensore Alessandro Costacurta ha commentato il momento del Milan, che dopo un girone d’andata tutt’altro che felice sembra aver ritrovato entusiasmo e compattezza per una seconda fase di stagione a ritmi elevati.

Il vecchio Billy, oggi opinionista di Sky Sport, ha parlato in questo modo della recente risalita rossonera: “Il Milan degli ultimi 135 minuti giocati, cioè il secondo tempo di Roma e la gara intera con la Fiorentina, ha finalmente un senso di squadra. Ha ritrovato equilibrio e organizzazione, mentre in precedenza si commettevano tanti errori individuali e di gruppo. E’ normale quando si è disuniti giocare partite deludenti, invece gli ulimti 135′ mi hanno sorpreso positivamente“.

Costacurta si è espresso anche sul modulo rossonero attuale: “Il 4-4-2 sembra un impianto classico, ma è quello più semplice da apprendere e che responsabilizza tutti i suoi componenti. Il Milan ha fatto bene a passare a questo modulo, ogni giocatore è al suo posto tranne forse Honda. Mihajlovic poteva arrivarci prima ma ha agito in fretta. Le colpe del flop di inizio stagione non sono tutte sue, ha ragione Ancelotti quando dice che l’allenatore è importante ma non fondamentale. Mi aspettavo di più dai giocatori, anche i Nazionali devono impegnarsi e dare l’esempio“.

 

Redazione MilanLive.it