Bucchioni: “Ieri ci aspettavamo di più. Milan costruito male”

Bucchioni
Bucchioni

Il Milan vince ma non convince. Solo 1-0 contro l’Alessandria, ottenuto grazie al calcio di rigore realizzato da Mario Balotelli. L’ennesima dimostrazione delle enormi difficoltà di questa squadra, che ha evidenziato ancora una volta una grave carenza sul piano tecnico e non solo. Enzo Bucchioni, direttore del Quotidiano Sportivo, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso della trasmissione GolCafè sulle frequenze di RadioGoal24 e ha così parlato della deludente prestazione di ieri sera: “Contro l’Alessandria, squadra di Serie C che con tutte le motivazioni che ha contro una grande, sinceramente tutti ci aspettavamo qualcosa di più, una gara più intensa, con più determinazione, magari con un Balotelli migliore. Mihajlovic era evidentemente nervoso in panchina e ci sono troppe cose che non tornano”.

Alla base di tutto c’è una situazione societaria che non dà alcun tipo di garanzie alla squadra: “Questo Milan è stato prima costruito male, perché è inutile comprare attaccanti su attaccanti quando non ha un centrocampista di ricevimento e di qualità che ti possa far giocare come non giochi da tanto tempo. La situazione societaria non aiuta l’allenatore ed è destabilizzante per lui, Berlusconi pensa sempre all’allenatore suo e certe cose interferiscono con il mister. Credo che se non hai la personalità come Ancelotti, tutte le volte ti trovi in difficoltà in situazioni del genere. Questa è una squadra che non riesce a fare quello che gli chiede l’allenatore, questo è il problema. La squadra è troppo molle e non rispecchia la mentalità di Mihajlovic”.

Balotelli è tornato titolare dopo svariati mesi. E’ stato lui a decidere la partita con il rigore, ma non è stata una prestazione brillante: “Gli do un voto di 5 e mezzo/6, ma il problema non è lui perché cosa c’è da aspettarsi da Balotelli? Un giocatore che è stato fuori per molto tempo e lo scorso anno ha giocato comunque poco e non è in condizione. Balotelli ha fisicità e scatto nel breve, tutte quelle qualità che non possono venir fuori se sei fuori forma. A lui do delle attenuanti perché è il lontano parente del giocatore che è stato e speriamo che per il Milan che ritorni il Balotelli accettabile, ma questo implica il ritorno del vero Milan”.

 

Redazione Milanlive.it