Statico e indolente: Balotelli fa infuriare Mihajlovic in 6′

mario balotelli
Mario Balotelli (©Getty Images)

La situazione tragi-comica creatasi nel finale di Milan-Genoa rischia di svilire la vittoria rossonera di ieri, un 2-1 stretto nel risultato ma comunque positivo ed edificante. Non quanto la prova di Mario Balotelli, lanciato in campo negli ultimi 6 minuti di gioco ma capace in questo breve lasso di tempo di far andare su tutte le furie Sinisa Mihajlovic per un atteggiamento indolente e leggero.

La Gazzetta dello Sport paragona l’ingresso di Balotelli ad un tentativo di una casalinga di allenarsi sul tapis-rulant, ovvero ritmo blando, poca voglia e una piccola e mera accelerazione tanto per mostrare di mettersi in gioco. Fa ancora peggio l’ormai ex Super Mario, che corricchia in mezzo al campo e non da’ una mano nel concitato finale, quando i rossoneri subiscono prima il gol rocambolesco di Alessio Cerci e poi rischiano un clamoroso 2-2 anche per colpa di un Balotelli che non torna a coprire nonostante fosse il più fresco in campo dei suoi.

Mihajlovic a fine gara si è scagliato contro il suo numero 45, messo in campo con troppo ottimismo quando in panchina erano seduti calciatori che avrebbero dato il fritto anche per soli sei minuti, ragazzi della Primavera compresi. Solo la rapidità del preparatore Antonio Bovenzi ha evitato lo scontro, ma il serbo a fine gara non si è trattenuto: “Non faccio nomi, ma d’ora in poi chi non si impegna fino al 94′ minuto non scenderà in campo“. L’avventura Milan bis di Balotelli è già al capolinea?

 

Redazione MilanLive.it