Rivalsa Mihajlovic: dal carbone alla…Champions

Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (©Getty Images)

Dalle stalle alle stelle, per un cammino di risalita che non deve però fermarsi qui. Sinisa Mihajlovic ha avuto il merito di rialzare la testa dopo momenti turbolenti e affatto semplici sulla panchina del Milan. C’è da ricordare, come scrive oggi il Corriere dello Sport, che il mister serbo era praticamente ad un passo dall’esonero ad inizio gennaio, con una calza piena di carbone nel giorno della Befana, quando il Bologna vinse 1-0 a San Siro e mise in piena crisi la compagine milanista.

Mihajlovic ha dunque cominciato a lavorare con più decisione ed incisività nel gruppo, non giovando neanche di un mercato di riparazione troppo florido. L’ex Sampdoria ha aggiustato un giocattolo in manutenzione puntando su un modulo fisso e compatto dopo tanti esperimenti. Con il 4-4-2 il Milan ha ritrovato fiducia, piazzando tutti i titolari nei loro ruoli migliori, cominciando anche ad utilizzare un undici standard con al massimo 2-3 alternative fisse ed affidabili.

Il ruolino di marcia è cambiato, migliorato sensibilmente, passato dall’anonimato alla piena lotta Champions, ora decisamente alla portata del Milan. Il 3-0 nel derby ha stravolto ogni punto di vista sul lavoro di Mihajlovic, ma l’impressione è che non basterà questo buon periodo per confermare mister Sinisa in panchina; i rapporti con Silvio Berlusconi sono comunque burrascosi e senza l’obiettivo terzo posto centrato difficilmente verrà mantenuto il suo posto alla guida dei diavoli. La risalita, dunque, deve proseguire senza intoppi.

 

Redazione MilanLive.it