Milan, Baresi: “Finale stimolante”. G. Galli: “Iniezione di fiducia”

Franco Baresi
Franco Baresi (©Getty Images)

Dopo 13 lunghi anni, il Milan torna finalmente in finale di Coppa Italia. L’ultima volta, nel 2003, quando ancora si giocava il titolo con andata e ritorno, i rossoneri riuscirono ad imporsi sulla Roma poco prima della finale di Champions League a Manchester contro la Juventus.

Franco Baresi, ex difensore e bandiera del Milan, finalista di Coppa con i rossoneri nel 1985 e nel 1990, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni della Gazzetta dello Sport alla sezione Milano&Lombardia. Ecco le sue dichiarazioni in merito alla finale conquistata: “Raggiungere la finale di Coppa Italia dopo tanti anni non può che essere un traguardo stimolante. Da qui a dire se potrà dare nuova carica anche in campionato, credo che sia fuorviante. Il cammino che il Milan sta facendo in Serie A è slegato dall’obiettivo di vincere la Coppa, che resta comunque distante almeno un paio di mesi“.

A parlare di questo traguardo raggiunto dal Milan è stato anche Giovanni Galli, ancora alla Rosea: “Quando si chiude una stagione sportiva si va sempre a vedere chi ha un timbro sulla maglia: lo scudetto e la coccarda. Vincere la Coppa Italia è comunque un titolo e offre il diritto di partecipare ad una competizione europea. È un’iniezione di fiducia, che dà autostima perché andrai a giocarti la finale di un trofeo, concretizzando il lavoro di questi ultimi sette-otto mesi tra bufere e tempeste di vario genere”. Galli elogia Mihajlovic e poi c’è spazio per un amarcord: “Dopo aver cambiato tanto, Mihajlovic ha dato fiducia ad un gruppo di giocatori con un preciso assetto tattico. Mi rimase il rammarico di  aver vinto la finale del ’90, persa proprio contro la Juve”.

Filippo Maniero, invece, fu protagonista nella finale del ’98 contro la la Lazio: “È sempre un traguardo prestigioso, che tutti alla fine vogliono vincere. Non dico che può salvare la stagione, perché Mihajlovic sta facendo bene e non ha bisogno di salvare qualcosa. Dopo ieri, ci sarà tutto il tempo per preparare al meglio la finale e rituffarsi in campionato sparando le ultime cartucce fino alla fine. La mia finale? Meglio non ricordarla: fu un’annata brutta, ma la coppa era proprio il traguardo che poteva salvare quella stagione. Mai avrei pensato che dopo la vittoria a Milano e il vantaggio a Roma avremmo perso in quel modo…”.

Infine, anche Giuseppe Galderisi, ex attaccante del Milan, ha detto la sua in merito alla finale di Coppa Italia conquistata dai rossoneri: “Chi ha giocato a calcio sa che una partita del genere contro l’Alessandria poteva essere ricchissima di insidie. È un traguardo fondamentale, che può dare slancio anche nelle prossime settimane”. Galderisi parla così della probabile partita contro la Juventus in finale: “Sulla carta la sfida tra il Milan e, probabilmente, la Juventus potrà rappresentare il meglio della storia del nostro campionato. Mi piace la solidità che Mihajlovic ha dato  squadra, si vede che qualcosa è cambiato e che gli interpreti in campo sono migliorati nella personalità. Quando si trovano certezze, è facile anche conquistare risultati“.

 

Redazione MilanLive.it