Inter, Ausilio: “Kondogbia costoso per colpa del Milan”

Geoffrey Kondogbia
Geoffrey Kondogbia (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANGeoffrey Kondogbia è stato il grande colpo mancato del Milan nella scorsa sessione estiva del calciomercato e in un primo momento la rabbia è stata molta per esserselo fatto soffiare dall’Inter. Poi le prestazioni dell’ex centrocampista del Monaco in maglia nerazzurra sono state parecchio deludenti nel corso dei mesi e dunque non ci sono stati rimpianti per non aver investito su di lui.

Comunque in casa rossonera non c’è soddisfazione per avere ripiegato su un Andrea Bertolacci che finora non ha convinto, se non in rare occasioni, e per il quale sono stati spesi 20 milioni di euro. Sul ragazzo c’è ancora fiducia, ma anche il timore del flop definitivo se non dovessero esserci segnali positivi.

 

Calciomercato Milan, Ausilio spiega l’affare Kondogbia

Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, era a Montecarlo in contemporanea con Adriano Galliani in quei giorni in cui riuscì ad assicurarsi Kondogbia. Un’operazione da 40 milioni per molti, ma lui nell’intervista a Libero ha svelato la reale cifra dell’acquisto del giocatore: «Geoffrey è costato 31 milioni + 6 di bonus, la stessa cifra che abbiamo incassato da Kovacic, e noi siamo felici del nostro investimento».

Il dirigente nerazzurro ha spiegato poi che il giocatore sarebbe potuto costare meno, ma la concorrenza del Milan ha fatto lievitare il prezzo: «Con il Monaco avevamo raggiunto un’intesa per 27 milioni + bonus, poi si è fatto avanti il Milan e il prezzo è aumentato. Il ragazzo ha vacillato, in rossonero avrebbe guadagnato molto di più, ma poi lui e la società hanno mantenuto la parola».

Si era parlato anche di una telefonata decisiva di Roberto Mancini a Kondogbia per convincerlo a trasferirsi all’Inter invece che al Milan, gesto che per il ragazzo sarebbe stato molto importante. Importante invece non è ancora il livello del suo rendimento, rapportato alla somma spesa per acquistarlo. Anche se fosse stato pagato meno, le sue prestazioni andrebbero comunque giudicate negativamente e non sappiamo se in futuro a Milano potrà fare il salto di qualità atteso oppure sarà un autentico flop destinato a essere ceduto a una cifra ribassata tra qualche tempo.

 

Redazione MilanLive.it